Le aspettative, brutta bestia

Ce le creiamo quasi sempre. Anche quando ci diciamo che non dovremmo. Fa parte di noi aspettarci che una cosa vada in un modo, bello o brutto che sia. E poi se non va come ci aspettavamo, ci disperiamo o ci esaltiamo. Il problema sta proprio nella parola. “Aspettativa” ha al suo interno il verbo aspettare. Aspettare spesso vuol dire stare fermi. Spesso anche sperare. Un’aspettativa, spesso, vuol dire aspettare, sperando, che succeda quella cosa, o che non succeda. Impegniamoci per trasformare un’aspettativa in una iniziativa. Già cambia la parola. Iniziativa viene da iniziare, da principiare a fare qualcosa. Iniziare da noi, dalle nostre capacità per arrivare dove voglia arrivare. E allora iniziamo con la nostra iniziativa, piuttosto che aspettare con la nostra aspettativa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...