Ho l’impressione che essere Europei convenga a tutti.

Bello partire per Parigi con la Carta di Identità vero? Per non parlare di quanto è bello atterrare, prendere il bagaglio e uscire senza fare fila. Senza farsi controllare il passaporto. Arrivati fuori, non dobbiamo nemmeno cambiare i soldi. Anche in Francia c’è l’Euro. Questo succede anche a Berlino, a Lisbona, a Madrid, a Malta, ad Amsterdam. Se domani mi assumono in Belgio o in Polonia, non devo fare altro che spostare la residenza, anche quella è Europa. Dal 2015 verrà abolito il roaming, quindi con la mia tariffa parlo e navigo con il cellulare in tutta Europa senza costi aggiuntivi. Potrei continuare davvero con molte altre cose tipo il Progetto Erasmus e la libera circolazione delle merci, le regole sulla concorrenza e l’unione doganale, la salvaguardia del mare e della cultura. Dall’Unione Europea ci abbiamo guadagnato tutti. E tutti abbiamo il diritto di far sentire la nostra voce in proposito. Perché è troppo facile tornare al passato, tornare a quello che c’era prima. Troppo facile tornare dai genitori dopo che si è andati a vivere da soli. In Europa però è successo il contrario. Tutti vivevamo da soli, ognuno con le proprie idee, le proprie regole, le proprie convinzioni. Poi abbiamo deciso di metterci insieme, di partecipare tutti insieme ad una comunità più grande, dove ognuno ha portato le proprie idee, i propri talenti, le proprie esperienze in modo da condividerli con tutti e insieme agli altri costruire qualcosa di più grande, più forte e più bello. L’Unione Europea è un insieme di popoli che partecipano nella democrazia, nell’economia, nelle regole e nella cultura. In Europa ci sono da sempre lingue diverse, storie diverse, fedi diverse, mari diversi. In Europa, da sempre, siamo tutti diversi. Le diversità ci hanno diviso, ci hanno visto combattere, ci hanno visto soffrire, ci hanno visto piangere i morti e ricominciare dalla polvere. Stavolta abbiamo deciso di stare assieme, di partecipare ad un’idea nuova e vecchia allo stesso tempo. Abbiamo costruito un’Europa fatta di popoli diversi uniti dalla Democrazia che è il governo del Popolo, il governo di tutti. Questa grande forza dovrebbe già da sola bastare per tenerci uniti, valorizzare i talenti e la storia di ognuno di noi e farci crescere insieme come Italiani, Spagnoli, Portoghesi, Francesi uniti in Europa. L’Europa è la possibilità che abbiamo di essere diversi ma uguali, individui ma comunità, lontani ma vicini. La forza dell’Europa è e sarà la forza delle idee e del lavoro di ognuno di noi, cittadini europei, che, credendo di poter migliorare il futuro partendo dal presente, partecipiamo all’Europa, lavoriamo per l’Europa, crediamo nell’Europa. O vogliamo tornare a fare un’ora di fila per imbarcarci per Parigi e un’ora per uscire dall’aeroporto di Parigi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...