coltivatori diretti

Una volta ho provato a piantare della rucoletta in campagna. L’ho annaffiata poco e non ce l’ha fatta a crescere. Mi avevano detto che la rucola era facile da coltivare. Un’altra volta ho piantato delle piccole viti. Le ho annaffiate, concimate e curate e queste sono cresciute. Oggi, a distanza di anni, queste producono grappoli d’uva di nerello mascalese, ottimi per il vino. Quando ci penso mi viene in mente l’amicizia. Con gli amici è un po’ così. Qualunque rapporto inizia da un fattore scatenante, anche due chiacchere in fila alla posta. Sta a noi, se c’è affinità o interesse, coltivare quel rapporto. Non basta, però, dire o sperare che le amicizie durino per sempre, non possiamo lasciare che le amicizie si alimentino da sole. Non possiamo meravigliarci se, dopo anni che non la sentiamo, non sappiamo più come rintracciare quella persona. Annaffiare e curare i rapporti a cui teniamo, tenendoci stretti gli amici cari, è un modo per avere sempre in mente i momenti belli trascorsi insieme a loro. Tutte le risate fatte assieme, i momenti importanti, i consigli e i cazzotti che sono arrivati al momento giusto devono stimolarci a mantenere vive le nostre amicizie e a coltivarle nel tempo. E non fissiamoci sulla parola amico. Amici ce ne sono pochi, amici ce ne sono tanti o amici sono tutti. Amico è colui che vale per noi e con cui siamo felici di condividere l’amicizia, qualunque cosa significhi per noi questa parola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...