e se mia nonna AVEVA le ruote?

E se vincessimo al superenalotto? E se trovassimo un lingotto d’oro? E se fossimo arrivati un attimo prima? Che la storia non si faccia con i se, ormai lo sappiamo. Sappiamo anche che ripensare alle cose che sarebbero potute succedere e non sono successe non serve assolutamente a nulla, anzi, a volte, è pure dannoso! Dannoso perché ci fa innervosire, incupire e scoraggiare. Stop. Fermi tutti. Assodato che con i se non si mangia e non si raggiungono gli obiettivi, ripartiamo da quello che abbiamo in mano. Analizziamo per bene la situazione, valutiamo i punti di forza e di debolezza e diamoci una strategia. I nostri obiettivi non si raggiungono da soli e trovare il modo per farlo spetta a noi! Scegliamo una strada e percorriamola, fermandoci ogni tanto a controllare la direzione. Lasciamo che i “se” e i “ma” restino solo delle congiunzioni da studiare in grammatica e usare per articolare meglio i nostri discorsi, impegniamoci mettendo a frutto le nostre competenze e capacità. L’obiettivo va raggiunto! E se mia nonna AVEVA le ruote, ERA un carretto..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...